Dieci (buoni?) propositi per il 2017

Se il 2016 è stato l’anno più sciagurato dai tempi della peste del 1630, poichè al peggio non c’è mai fine, il 2017 alle porte si preannuncia come un anno più incerto di un terzino dell’Inter.

Ma ehi!, ottimismo.

Di sicuro il 2017 sarà un anno abbastanza significativo per quelli che come me sono nati nel 1987. E dal momento che mi sono già rassegnato a vedere quel ciuffo di capelli bianchi e ho già nella mente l’immagine di me con le mani dietro la schiena a controllare l’avanzamento dei lavori nei cantieri, credo sia giusto lastricare di qualche buona intenzione la strada che porta a questo 2017.

1. Essere meno ossessionato dall’età

Probabilmente sarà il proposito più arduo da realizzare, anche perché il mondo non fa altro che metterti pressione sul futuro, sul poco tempo a disposizione per fare qualsiasi cosa, sul fatto che c’è chi si è realizzato molto più giovane. Ecco: dovrò trovare il modo di affrontare tutto ciò con responsabilità ma anche molta serenità.

2. Perdere almeno 10 chili

Il 2016 mi ha ingrassato. Ho mangiato male, ho condotto una vita più sedentaria. In generale, mi sono preso meno cura di me stesso. Sfiderò la bilancia il 31 dicembre 2017, e voglio vedere 10 chili in meno.

3. Correre almeno 250 chilometri

Lo so, non è molto. Lo so, sembrerebbe un’appendice al punto precedente. In realtà, se dal punto di vista fisico è un proposito assolutamente realizzabile (è una media di meno di 5 km a settimana), la vera sfida per me sarà trovare il tempo e soprattutto la costanza di andare a correre almeno una volta a settimana.

4. Risparmiare di più

Ho sempre pensato che i soldi fossero soltanto un mezzo e non un fine. Il paradosso di Easterlin spiega bene come i soldi non facciano la felicità. Tutto vero. Solo che poi ci sarebbero le bollette da pagare, la spesa da fare, un futuro incerto al quale essere pronti. Mettere da parte qualcosa mese dopo mese potrebbe davvero fare la differenza a fine anno.
Capito Amazon? Non comprerò quella stupida cassa bluetooth impermeabile da doccia con ventosa.  D’ora in poi solo spese intelligenti, tipo quella del punto 5.

5. Visitare (di nuovo) Londra

Il 13 maggio 1967 venne pubblicato il primo singolo dei Pink Floyd e Londra si prepara a celebrare i 50 anni di una delle band più influenti del rock con una grande mostra che inaugurerà proprio il 13 maggio 2017 al Victoria & Albert Museum. Quale migliore occasione per tornare a Londra? Ci sarà persino il maiale gonfiabile!

6. Guardare tutti i top 245 film

Un pazzo utente di reddit ha stilato una classifica dei migliori 245 film in cui ha pesato le medie dei voti di ciascun film su IMDb, RottenTomatoes e MetaCritic. Ci sono più o meno tutti i film che ci si aspetterebbe di trovare, ma non mancano alcune sorprese. Oltre la metà di quei film li ho già visti, quindi si tratta di guardare circa 100 film, uno ogni tre giorni. Si può fare.

7. Leggere più di un libro al mese

Nel 2016 ho letto 10 libri. Pochi. Troppo pochi. Quest’anno proverò a leggerne almeno il doppio, il Kindle Store è sempre pieno di offerte (no, questa cosa non infrange minimamente il punto 4.)

8. Evitare di discutere con chi non capisce un cazzo fico secco

Ho fatto un salto nel passato sui miei social e ho notato che spesso mi sono trovato a discutere e sprecare il mio tempo con gente a cui, nonostante io provassi a cercare di spiegare la validità della mia tesi, stimolava il confronto allo stesso modo di uno scaldabagno rotto. Per cui nel 2017 proverò ad usare quel tempo per realizzare gli altri punti di questa lista. Mi dispiace amici creazionisti, ultragrillini, turborenziani, juventini: non sprecherò il mio tempo a spiegarvi l’evoluzione, i motivi per cui Grillo dovrebbe a volte spegnere il WiFi, i motivi per cui il governo Renzi sia stato una sciagura, contare gli scudetti.

9. Dimostrare più amore alle persone che amo

Lo so perfettamente. È scontato. Dovrebbe essere un principio base della vita di ciascuno, non un semplice proposito per il nuovo anno. Ma il 2016 mi ha sbattutto in faccia quanto sia importante amare e dimostrare di farlo.
Forse crescere davvero significa proprio questo.

10. Organizzarmi in tempo per l’ultimo dell’anno

Sono qui a scrivere questo post a poco più di 24 ore dalla mezzanotte e non ho ancora la minima idea di cosa farò. Per il prossimo anno, spero di essermi organizzato almeno 48 ore prima.

  • dylzen

    Sei un grande, caniodica. Auguri, amico mio.