L’Italia ha vinto

Non avevo mai votato con così tanta convinzione. Ho appoggiato la matita sulla scheda, ho tracciato una X e a stento ho trattenuto la mia voglia di urlare “Siiii!”.

Stavolta ci siamo messi in gioco personalmente, siamo scesi in strada, tra la gente. Ognuno di noi ci ha messo la faccia e l’impegno. Abbiamo spiegato a tutti che votare a questo referendum non significava affermare la propria ideologia di destra o di sinistra, ma che per una volta avremmo davvero potuto indicare la strada da percorrere per costruire l’Italia che avremmo voluto vivere, di riprenderci la nostra dignità di cittadini.

Nel nostro piccolo abbiamo fatto tanto, come tanti altri. Come già scrivevo in qualche post precedente, mi dichiaro convinto della necessità di cambiare le cose dal basso, ognuno facendo la propria piccolissima parte. E con questo referendum quelli che la pensano come me ne hanno dato la prova.
L’informazione ha vinto sulla disinformazione, la libertà ha vinto sul servilismo di potere, il Web ha battuto la TV.

29 milioni di persone hanno dimostrato di essere migliori dell’intera classe politica che ci rappresenta.

Una ventata di democrazia che in un colpo solo ha spazzato via i nuclearisti di quarta generazione, gli speculatori bipartisan e i rifugiati in Parlamento.

Ora sarà bello vedere le reazioni, ci saranno i partiti che diranno di aver vinto e quelli che negheranno di aver perso. La verità è che abbiamo vinto NOI.

  • condivido ogni singola parola del tuo pensiero, Caniaccio :*