Libertà

La realtà  pone grandi limiti alle aspirazioni umane, mentre non pone alcun limite alla sofferenza.
La fantasia  e l’immaginazione sono la rivincita della mente umana nei confronti di una natura insensibile e insensata.
L’arte, l’amore, la musica e la fede  fanno parte senz’altro del regno della fantasia e dell’immaginazione e sono, perciò, le grandi consolazioni umane.
È importante avere un ideale , qualcosa o qualcuno in cui credere. Un amore . Un’illusione da accarezzare che aiuti a vivere meglio. È anche importante avere una fede, credere in qualcosa di migliore, nell’aldilà per esempio, anche se poi sono promesse ingannevoli, ma aiutano comunque a vivere meglio.
Ma le fedi, come le illusioni, non si devono imporre  agli altri con la forza. Si può scegliere di condividerle o non condivederle, oppure di non scegliere affatto, ma dev’essere una scelta presa liberamente. E tutte, se non nuocciono ad alcuno, sono da rispettare. Ognuno dovrebbe agire rispondendo solo alla sua coscienza.
Stato , nè Religione  possono imporre criteri di vita. Perchè questa è un’esperienza troppo personale per non lasciare che ognuno se la viva come crede. Andrebbe rispettata anche la scelta di chi decide di non volerla vivere.
Bisogna mettersi dal punto di vista degli altri in modo assolutamente non strumentale, perchè, credo, ci voglia molto più coraggio a stare vicini a qualcuno sofferente in fin di vita, piuttosto che fare l’eroe  salvandolo per un istante e tornare poi a farsi i fatti propri.

  • Michela Maffucci

    …mi chiedevo come mai ti passino per la testa certe cose….vabbè…poi ne parliamo,…un baciotto

  • Simone Giroldi

    Perchè questa realtà non gli basta più.