LAM Rosse ogni 9 minuti…

Sveglia alle 8.30, voglia di alzarsi quasi nulla. Mi alzo, ancora dormo. Colazione al volo, pesco nell’armadio qualcosa da mettermi. Corsa fino alla fermata dell’autobus. La LAM passa ogni 9 minuti, devo assolutamente prendere quella delle 9.08, quella della 9.17 mi farebbe arrivare in ritardo, e nessuno vorrebbe arrivare in B31 quando Stea, l’uomo d’acciaio, ha già cominciato la sua lezione. Poi via, a mensa, a mangiare dopo mezz’ora di fila, e poi in Aula Studio, che ogni tanto è anche aula PES, a studiare fino alle 17.30, qualche volta anche dopo. Poi di nuovo alla fermata, a prendere la LAM, che venendo da P.zza dei Miracoli ritarda sistematicamente, e mi costringe ad attese interminabili nel freddo gelido dell’inverno pisano. Infine casa, pc, msn, e ancora un pò di studio. E poi c’è lei, MC… Lei sì che riesce a colorare e riscaldare giornate grigie e fredde come questa…